Abbiamo a cuore un obiettivo: l'efficacia delle cure e la dignità della persona
Via Claudio Monteverdi 2
36100 Vicenza

0444-02 39 24
rindola@centrorindola.it

Lun - Ven 8.30-12.30 13.00-18.00
Sabato - Domenica CHIUSO

Centro Rindola per l’età evolutiva

QUANDO rivolgersi a noi?

Quando mamma e papà non sanno che fare…

Quante volte come genitori abbiamo difficoltà ad interpretare alcuni comportamenti del nostro bambino che ci creano preoccupazione?

  • E’ più agitato del solito
  • Non vuole più dormire da solo
  • Fa una tragedia per ogni cosa
  • È distratto e sembra che non gli interessi niente della scuola
  • Viene deriso dai compagni
  • Mangia solo ciò che vuole lui

Ne parliamo con amici e parenti e ciò che ci sentiamo dire è spesso “è una fase! Passerà!” oppure “portalo subito da uno psicologo”; posizioni forse un po’ estreme che come genitori facciamo fatica ad accogliere.

Che percorso mi attende al Centro Rindola?

In questi casi il bisogno del genitore è ricevere una spiegazione di ciò che sta succedendo e un suggerimento per poter risolvere da sé quel comportamento problematico del figlio.

Il genitore che si rivolge al Centro Rindola sarà accolto con i suoi timori e le sue domande dalla dott.ssa Elena Cazzari, Psicologa dell’età evolutiva, in un clima di accettazione e ascolto.

Già durante il primo colloquio verrà fornita una lettura professionale della situazione riferita in base a:

  • fase dello sviluppo emotivo del bambino
  • contesto relazionale
  • fase evolutiva che sta affrontando

la nostra Psicologa saprà quindi indirizzare i genitori sulla modalità di comportamento più idonea da adottare o sulla necessità di approfondire insieme, con qualche incontro di Parent Training, le cause e i possibili modi di parlare e reagire ai comportamenti del figlio.

Quando c’è un problema

Accade che più o meno improvvisamente nostro figlio cambia:

  • non dorme più da solo
  • fa pipì a letto
  • ha crisi di ansia e panico
  • si isola
  • non vuole più andare a scuola
  • ha un calo nel rendimento scolastico

Oppure gli insegnanti/educatori ci segnalano:

  • problemi nella pronuncia di alcuni suoni o di alcune parole,
  • difficoltà di lettura
  • difficoltà di scrittura
  • difficoltà nella matematica
  • disattenzione
  • difficoltà di concentrazione

Siamo di fronte a situazioni che mettono a dura prova i genitori, li coglie impreparati, e proprio per questo più disposti a chiedere un aiuto esterno.

Che percorso mi attende al Centro Rindola?

In questi casi il Centro Rindola accoglie innanzitutto i genitori, in un ambiente dedicato in grado di favorire la comunicazione.

In un clima di ascolto attento e partecipato la nostra Psicologa dell’età evolutiva raccoglie tutte le informazioni necessarie ad inquadrare la situazione, cercando non solo di capire quale possa essere la difficoltà del bambino e la sua causa, ma anche ascoltando la preoccupazione o, come a volte accade, i sensi di colpa dei genitori.

In un secondo momento verrà osservato e ascoltato il bambino. Attraverso il colloquio o il gioco clinico (a seconda dell’età) il bambino avrà la possibilità di esprimersi e la nostra Psicologa di raccogliere degli elementi importanti sulla modalità relazionale ed espressiva del bambino da poter restituire ai genitori.

Lavorare per il benessere del bambino significa per noi fare un lavoro di squadra con bambino/ragazzo e la sua famiglia: informazioni ed emozioni dei genitori, comportamento e affettività del bambino si integrano sotto lo sguardo attento e professionale dell’operatore al fine di definire il percorso terapeutico più idoneo per ciascun caso.

La dott.ssa Elena Cazzari illustrerà a genitori e bambino il percorso che può prevedere il coinvolgimento di una o più figure professionali presenti nell’equipe:

  • neuropsichiatra
  • psicologa dell’età evolutiva
  • psicoterapeuta dell’età evolutiva e familiare
  • neuropsicologa esperta Disturbi Specifici di Apprendimento
  • logopedista

 Tutti i professionisti lavorano in equipe integrando competenze e tecniche diverse per offrire percorsi personalizzati e flessibili al fine di garantire il migliore trattamento e comprensione di tutti gli aspetti relativi al bambino e alla sua famiglia.

 

Alcuni approcci terapeutici utilizzati dai nostri professionisti:

-psicoterapia cognitivo-comportamentale

-metodologia ERE (Educazione Razionale Emotiva) leggi di più sul metodo

-terapia sistemico-familiare

-Riabilitazione neuropsicologica dei disturbi specifici dell’apprendimento

-Parent training per genitori

-Metodo EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

-Terapia Logopedica PROMPT

-Terapia Logopedica Miofunzionale