Blog

  • Home
  • Blog
  • Alzheimer Europe accoglie con favore la decisione della FDA di approvare l'aducanumab per il trattamento del morbo di Alzheimer 
2021-06-07

Alzheimer Europe accoglie con favore la decisione della FDA di approvare l'aducanumab per il trattamento del morbo di Alzheimer 

Alzheimer Europe accoglie con favore la decisione della FDA di approvare l'aducanumab per il trattamento del morbo di Alzheimer 

Alzheimer Europe accoglie con favore la decisione della FDA di approvare l'aducanumab per il trattamento del morbo di Alzheimer 

Alzheimer Europe accoglie con favore l'approvazione del primo trattamento per modificare la progressione della malattia, piuttosto che fornire sollievo sintomatico, come fanno i medicinali attualmente autorizzati. Questa decisione costituisce un progresso significativo nel trattamento del morbo di Alzheimer e dà speranza ai pazienti e alle loro famiglie che le menomazioni cognitive e funzionali associate alla malattia possano essere rallentate o ritardate.

 

Alzheimer Europe sottolinea la necessità di comunicare chiaramente su quali pazienti saranno idonei al trattamento, poiché il trattamento sarà limitato ai pazienti con lieve deficit cognitivo o demenza lieve. Inoltre, i pazienti dovranno avere una presenza amiloide confermata nel loro cervello che richiederà una puntura lombare o una scansione cerebrale prima di iniziare il trattamento. Possono essere appropriate scansioni regolari della risonanza magnetica, al fine di monitorare potenziali effetti collaterali. L'ammissibilità al trattamento, i rischi, i benefici e i costi dovrebbero pertanto essere discussi in termini realistici.

 

I pazienti europei, tuttavia, non avranno ancora accesso a questo nuovo trattamento, poiché il farmaco è attualmente sottoposto a una valutazione completa da parte delle autorità di regolamentazione europee, tra cui l'Agenzia europea per i medicinali o Swissmedic, dove sono state presentate domande rispettivamente nell'ottobre 2020 e nell'aprile 2021. Le decisioni dei regolatori europei non sono attese prima della fine dell'anno, ma l'Alzheimer Europe spera in un esito altrettanto positivo a livello europeo.

 

Pur essendo incoraggiata da questi importanti progressi nel trattamento delle persone nelle prime fasi del morbo di Alzheimer, Alzheimer Europe ribadisce il suo invito a proseguire la ricerca su altre opzioni terapeutiche, tra cui il trattamento sintomatico per le persone in fasi più avanzate e approcci preventivi durante tutto il corso della vita. Inoltre, Alzheimer Europe rimane impegnata in un approccio olistico al morbo di Alzheimer e ad altri tipi di demenza in cui nuove opzioni terapeutiche sono incluse insieme alla consulenza, al sostegno e a un'adeguata assistenza alle persone con demenza e ai loro badanti in tutte le fasi della malattia.

per saperne di più sulle opzioni terapeutiche consulta le pagine dedicate:

https://www.centrorindola.it/servizi/neurologia-e-neuropsichiatria-infantile/mci-mild-cognitive-impairment

https://www.centrorindola.it/servizi/neurologia-e-neuropsichiatria-infantile/demenza-di-alzheimer

 

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×