Blog

  • Home
  • Blog
  • Ictus cerebrale: le potenzialità della riabilitazione con realtà virtuale
2021-10-12

Ictus cerebrale: le potenzialità della riabilitazione con realtà virtuale

Ictus cerebrale: le potenzialità della riabilitazione con realtà virtuale

Grazie a software di ultima generazione si possono ottimizzare e ridurre i tempi rispetto all'utilizzo di una riabilitazione classica.

Inoltre la riabilitazione può essere svolta anche a casa.

LA RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGIA E NEUROMOTORIA

La riabilitazione neuropsicologica e neuromotoria si rivolge alle persone che hanno perso la normale funzionalità in seguito ad un ictus, subito dopo aver superato la fase critica.

Se una lesione cerebrale danneggia senza distruggere il tessuto cerebrale, il tessuto può ripristinare la sua funzionalità in un periodo compreso tra 6 mesi e alcuni anni. La terapia riabilitativa può accelerare questo processo.

Va specificato che il tessuto cerebrale distrutto non può recuperare la sua funzionalità, ma altre aree del cervello a volte imparano a svolgere una parte dei compiti dell’area distrutta. Il centro della lesione rappresenta infatti l’area che ha ricevuto il danno maggiore, a causa della mancanza di ossigeno, di conseguenza un certo numero di neuroni sono stati danneggiati. Intorno a questa area esiste però un territorio neuronale che ha subìto un forte sofferenza ma è vitale grazie all’afflusso di sangue dalla circolazione collaterale: viene chiamata la zona di penombra ischemica. cervello 4 81401

In quest’area, superata la fase acuta della malattia, si cominciano a riattivare spontaneamente i circuiti neuronali, a cominciare dai più semplici, che coinvolgono meno neuroni e hanno un minor numero di connessioni.

Il cervello quindi si adatta, si rimodella, si modifica. Questi fenomeni, noti con il nome di plasticità cerebrale, sono naturali, spontanei e sono conosciuti da molto tempo ma solo da pochi anni con il miglioramento delle tecniche di indagine delle neuroscienze si sono avute risposte più chiare sul funzionamento di questi meccanismi.

Inoltre, gli studi hanno dimostrato che la riabilitazione può rappresentare la differenza per la ripresa di una buona qualità della vita poiché se il recupero spontaneo non è supportato da un’adeguata stimolazione può limitarsi ai circuiti neuronali più semplici, che regolano funzioni poco complesse.

La riabilitazione neuropsicologica si adatta a soggetti di ogni età, tuttavia gli obiettivi ed il livello spesso differiscono. I soggetti anziani, ad esempio, che presentano spesso patologie croniche, necessitano di un programma meno intenso e un più lungo periodo riabilitativo rispetto ai giovani che presentano una disabilità temporanea.

Il Centro Medico Rindola, oltre alla riabilitazione neuropsicologica classica, propone percorsi riabilitativi altamente personalizzabili attraverso l’uso di software computerizzati: il programma Move&Cognition.

Move&Cognition è un programma di riabilitazione neuropsicologica svolto attraverso Rehametrics©, un software di ultima generazione di realtà virtuale che permette un training intensivo sia cognitivo che motorio.

Qui un breve video per spiegarti le potenzialità della realtà virtuale.

Sono presenti degli specifici programmi in base al tipo di lesione presente:

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×