Abbiamo a cuore un obiettivo: l'efficacia delle cure e la dignità della persona
Via Claudio Monteverdi 2
36100 Vicenza

0444-02 39 24
rindola@centrorindola.it

Lun - Ven 8.30-12.30 13.00-18.00
Sabato - Domenica CHIUSO

Il progetto “Anziani in Azione” premiato dalla Fondazione Cariverona

 

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cariverona ha deliberato il sostegno ai 12 nuovi progetti selezionati dal bando Welfare & Famiglia, tra cui Anziani in Azione, già presentati lo scorso 9 maggio nel corso dell’evento Welfare on Stage 2, tenutosi nella Sala del Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, impegnando completamente il budget disponibile pari a 4,5 mln di euro.

Dopo un percorso formativo di 12 giornate full di full immersion in aula, abbiamo acquisito competenze utili alla definizione delle progettualità esecutive e acquisito competenze nel public speaking. Il percorso ha avuto un alto valore formativo, ma soprattutto umano. Confronti, dialoghi, test step by step, sostegno da parte dei tutor, e anche risate e nuove amicizie.

Alla luce dell’esame istruttorio condotto e delle disponibilità assegnate al bando, il Consiglio di Amministrazione ha ora deliberato un sostegno importante per la nostra rete di partenariato selezionata dopo un’attenta valutazione della sostenibilità, dei contenuti innovativi.

 “ANZIANI IN AZIONE”, è progetto triennale di contrasto dell’isolamento dovuto ad una fragilità cognitiva.

E’ prevista la strutturazione di una rete permanente per il coordinamento delle risorse territoriali che consenta un’integrazione degli anziani con lieve decadimento cognitivo nel contesto sociale di appartenenza. Anziani in Azione è un progetto sostenuto e condiviso da una rete di 18 partner (Comune di San Vito di Leguzzano, Comune di Marano Vicentino, Comune di Schio, Comune di Santorso, Comune di Malo, Comune di Thiene, Confartigianato Mandamento di Schio, di Thiene e di Malo, Confcommercio Mandamento di Schio e di Thiene, Apindustria, Musei Alto Vicentino, Associazione Alzheimer Zanè) e prevede di “sviluppare una cultura della solidarietà fondata sul valore della relazione. Per questo è necessario creare una serie di azioni il cui obiettivo comune è una condivisione di saperi e di pratiche da sviluppare a livello territoriale con l’impulso delle amministrazioni locali innescando meccanismi di empowerment e di welfare condiviso.

La prima di queste azioni prevede la strutturazione di una rete permanente per la coordinazione delle risorse territoriali che sia di supporto alle famiglie e consenta un’integrazione degli anziani con lieve decadimento cognitivo all’interno del contesto sociale di appartenenza.

In secondo luogo si prevede l’avvio di incontri con le Associazione di categoria (Confartigianato, Confcommercio, Apindustria) e con le aziende attente al people caring, per intercettare i caregiver familiari di età compresa tra i 40-55 e attuare una prima analisi dei loro bisogni.

In terzo luogo si prevede di adattare la fruibilità di luoghi già parte del vissuto collettivo (bar, biblioteche, cinema, teatro, museo) agli anziani con fragilità cognitiva attraverso la presenza iniziale di un mediatore dell’interazione o ambassador.

METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK DI ANZIANI IN AZIONE PER ESSERE SEMPRE INFORMATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE !

Per saperne di più…