Difficoltà nello studio

Spesso succede che alcuni ragazzi presentino delle difficoltà di studio fin dalle elementari: perché accade questo? In cosa differiscono gli studenti di successo rispetto a quelli con difficoltà? Innanzitutto bisogna sottolineare che le abilità di studio si sviluppano in relazione all’esperienza, non solo scolastica, e si modificano nel tempo. Secondo un’ottica interattiva, infatti, l’apprendimento e le modalità di studio non sono solo il frutto delle capacità cognitive individuali ma sono legate agli stili cognitivi personali (relativi al proprio funzionamento), alle emozioni e alle motivazioni legate all’apprendimento. Inoltre l’abilità di studio è in relazione con le strategie utilizzate per leggere, capire, memorizzare e monitorare l’attenzione, che fanno sì che, a partire da abilità di partenza simili, si affrontino compiti identici con modalità strategiche differenti, che spiegano le diverse prestazioni.

Le difficoltà di studio sono quindi un insieme eterogeneo di problematiche che possono riguardare:

  • le corrette e flessibili strategie di studio da utilizzare nei diversi contesti di apprendimento;
  • i processi di controllo metacognitivo: è il caso degli alunni che non sanno prevedere in anticipo i loro risultati, non sanno pianificare ed organizzare il lavoro personale, non sanno auto-valutare la loro prestazione, cogliendo eventuali cadute;
  • stili attributivi, percezioni del sé e convinzioni poco funzionali. La nostra esperienza emotiva infatti è sempre mediata dall’interpretazione cognitiva che diamo dell’evento che affrontiamo: per alcuni la scuola e lo studio suscitano malessere generale o serie situazioni di ansia che non sanno fronteggiare;
  • demotivazione verso determinate materie o lo studio in generale;
  • disturbi specifici nella lettura strumentale, nella comprensione del testo, nella memoria e nell’attenzione. In questo caso il problema principale è relativo allo specifico processo cognitivo, ma le prestazioni di studio ne vengono ampiamente danneggiate.

In tutti questi casi la nostra equipe struttura un programma specifico e personalizzato a seconda della difficoltà specifica del ragazzo.

Il training specifico per le difficoltà di studio è basato su un approccio metacognitivo che tiene conto delle caratteristiche individuali dello studente, degli aspetti cognitivi, metacognitivi e emotivo-motivazionali.

Nel concreto il nostro programma si struttura in:

  • colloquio psicologico clinico con lo studente;
  • valutazione dello stile cognitivo e di apprendimento del ragazzo mediante test specifici;
  • sedute di training metacognitivo sulle abilità di studio.

Professionisti


Dott.ssa Elena Cazzari

Psicologa clinica con esperienza nel settore della neuropsicologia dell’età evolutiva e dei...


Dott.ssa Elisa Boscari

Dott.ssa in Psicologia dello Sviluppo e dell’educazione con esperienza nel settore dei disturbi...

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×